Cura delle gengive

Gengivite indotta da biofilm orale

La gengivite è un’alterazione infiammatoria della gengiva caratterizzata dall’assenza sia della migrazione dell’epitelio giunzionale che di perdita del sostegno osseo che mantiene la gengiva ferma nella cresta alveolare mascellare. In generale le gengiviti sono asintomatiche e ciò che nota il paziente è un sanguinamento gengivale spontaneo o quando si lava i denti, oltre ad una colorazione più rossastra delle gengive a causa della maggiore iperemia vascolare infiammatoria (1).

In passato, quando parlavamo di gengivite, ci riferivamo alla risposta infiammatoria della gengiva a fattori irritanti locali. Tuttavia, la classificazione della American Academy of Periodontology pubblicata nel 1999 (2) introduce il concetto di lesioni gengivali indotte da biofilm orale che raccoglie le lesioni che riuniscono le seguenti caratteristiche:

  • Segni e sintomi limitati alla gengiva.
  • Presenza di biofilm orale che inizia o aggrava la lesione.
  • Segni clinici di infiammazione (allargamento del contorno gengivale a causa di edema o fibrosi, cambiamento di colore, arrossamento o colore blu rossastro, aumento della temperatura gengivale, sanguinamento dopo stimolazione, aumento dell’essudato gengivale).
  • Livelli di inserimento stabili (sia nel parodonto, senza perdita di inserzione che nel parodonto ridotto).
  • Reversibilità della malattia, eliminando i fattori eziologici.
  • Possibile ruolo come precursore della perdita d’inserzione del dente.

La gengivite indotta da biofilm orale è la forma più comune delle patologie che colpiscono il parodonto e coinvolge una porzione significativa della popolazione. Si dovrebbe informare il paziente circa il processo della malattia, i vari trattamenti, le possibili complicazioni, i risultati attesi e il suo coinvolgimento durante il trattamento. Allo stesso tempo, il paziente deve essere informato sulle conseguenze del non effettuare il trattamento: non curare la patologia può provocare che i segni clinici permangano e che possa evolvere in parodontite (3).

Löe et al. hanno dimostrato negli anni ‘60 l’origine batterica della gengivite (4) e diversi studi hanno dimostrato che la gengivite si sviluppa quando il biofilm orale si accumula sulla superficie dei denti e normalmente scompare quando viene rimosso (5).

Trattamento

Il trattamento della gengivite indotta da biofilm orale deve comprendere (6):

  • Motivazione, educazione e istruzione del paziente sulle tecniche d’igiene orale.
  • Sbrigliamento delle superfici dentali per rimuovere il biofilm orale e il tartaro sopragengivale e sottogengivale (raschiando; nel caso di gengivite associata a biofilm orale con perdita d’inserzione si effettuerà una levigatura radicolare).
  • Uso di antimicrobici ed agenti anti-biofilm orali, così come altri elementi di igiene orale, per migliorare il livello di igiene della bocca in quei pazienti in cui l’uso di metodi meccanici tradizionali è poco efficace.
  • Correzione e rimozione dei fattori di accumulo del biofilm orale come sui bordi delle corone dentali, bordi di riparazioni aperti, contatti aperti, carie dentali, cattivi posizionamenti dentali, protesi fisse e mobili con poco adattamento.
  • Lucidatura coronale (un criterio clinico) ed eliminazione delle pigmentazioni estrinseche (7).
  • In alcuni casi, correzione chirurgica delle deformazioni dei tessuti che impediscono la corretta eliminazione del biofilm orale da parte del paziente.

Bibliografia

  1. Martín zurro A, Cano Pérez JF. Atención primaria. Conceptos, organización y práctica clínica. 5ª ed. Madrid: Elsevier. 2003.
  2. Armitage GC. Development of a classification system for periodontal diseases and conditions. Ann Periodontol. 1999;4:1-6.
  3. American Academy of Periodontology. Parameter on plaque-induced gingivitis. J Periodontol. 2000;71(Suppl.):851-2.
  4. Loe H, Theilade E, Jensen SB. Experimental gingivitis in man. J Periodontol. 1965;36:177-87.
  5. Firmito Canhoto JP, Ripol Cabo S. Gingivitis. Formas clínicas. Prevención y tratamiento. En: Sociedad española de periodoncia y osteointegración. Manual de higiene bucal. Madrid: Editorial Médica Panamericana. 2009.
  6. Mariotti A. Dental plaque induced gingival diseases. Ann Periodontol. 1999;4:7- 17.
  7. American Academy of Pediatric Dentistry Clinical Affairs Committee; American Academy on Pediatric Dentistry Council on Clinical Affairs. Guideline on the role of dental prophylaxis in pediatric dentistry. Pediatr Dent. 2005-2006:27(7):87- 9.